Reciprocità e didattica audiovisiva

Sofia Sabellico – You get me

Titolo originale: You get me

Genere: Drammatico sentimentale.

Anno: 2014

Regia: David Ayer

 

TRAMA

Tyler è un ragazzo molto innamorato della sua fidanzata, Alyson. Ad una festa i due ragazzi incontreranno l’ex ragazzo di Alyson, Chase, che decide di raccontare a Tyler cosa faceva la ragazza prima di frequentarsi con loro ovvero il fatto che aveva avuto molti ragazzi e che faceva uso di droghe. Tyler essendo all’oscuro di tutto ciò rimase sconvolto nello scoprire la vera identità della ragazza; nel frattempo alla festa conosce Holly che farà perdere, fin dal primo momento, la testa al ragazzo. Alyson e Tyler si lasciano dopo un litigio, quest’ultimo passerà la notte insieme a Holly e avranno l’opportunità di conoscersi meglio. La situazione famigliare di Holly non era delle migliori, i genitori erano divorziati e da poco suo padre era venuto a mancare, quindi la ragazza visse con la matrigna. Holly però non era stata completamente sincera, non aveva detto a Tyler che soffriva di una forte depressione ed per questo era costretta ad assumere dei farmaci. Una costrizione indotta da farmici che poteva forse essere evitata?

Tyler rivela a Holly di aver passato una bella serata in sua compagnia, però decide comunque di tornare da Alyson perché sentiva la mancanza.

I due tornano insieme, ma presto inizieranno i problemi. Holly si iscriverà alla loro scuola, iniziando così a frequentare gli amici di Tyler perché voleva tenerlo sotto controllo. Holly diventò amica di Alyson per comprendere la relazione con Tyler, ma quest’ultima restava ignara della situazione. Alyson viene così rapita da Holly, ma Tyler andrà a salvare la sua ragazza. I tre ricorreranno alle armi e Tyler, insieme a Holly, rimase ferito ma entrambi riusciranno a salvarsi. In ospedale Holly troverà una nuova preda, mentre Alyson e Tyler continueranno a stare insieme.

 

COMMENTO

Questo film mi è piaciuto molto, mi ha permesso di riflettere su alcuni eventi che non accadono soltanto nei film; inoltre è uno dei generi di film che preferisco. Tratta dei problemi e delle situazioni che spesso gli adolescenti devo affrontare, ad esempio i primi amori, le prime feste; ma la pellicola affronta anche aspetti più delicati. Il messaggio del film, infatti è quello di porre attenzione alle persone che ci circondano, soprattutto quando si “conoscono” da poco tempo. Holly è riuscita a ingannare più persone, fingendosi loro amica, solo per scopi personali, ovvero rovinare la relazione tra Tyler e Alison in maniera da diventare la sua nuova ragazza. Il suo non era vero amore, ma semplicemente ossessione, possesso, dovuti sicuramente al fatto di sentirsi sola dopo la morte del padre e la convivenza con la matrigna, con cui non aveva un buon rapporto. È un concetto di amore malato, patologico e ossessivo. La ragazza voleva trovare solo una persona a cui “aggrapparsi” per non sentirsi più sola. Purtroppo queste situazioni, come già scritto, non si verificano soltanto nei film, ma anche nella vita reale.

Sofia Sabellico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *